Culture in Your Pocket (CIYP)

Montefeltro: Cultura, Territorio e Turismo

Un progetto sviluppato dall'Associazione Culturale Minerva

A Cura di: T.Saccone, O. Gasparro, C. Margherita, G. Mancuso, R. Sorrentino

La provincia di Rimini è nota in particolare per la sua riviera, per le diverse offerte di divertimento e la vivace movida notturna presente sul litorale. Ma c’è di più! Un tesoro tutto da scoprire, spesso sconosciuto ai turisti ed agli stessi cittadini. In pochi, infatti, conoscono luoghi storici come Talamello, che custodisce un crocifisso di scuola giottesca o come San Leo con la sua Fortezza e la sua Cattedrale costruita sulla roccia. Per non parlare della tradizione culinaria, unica nel suo genere, basti pensare al tipico formaggio di Fossa. Un territorio raccontato da mille e mille sagre gastronomiche e dai prodotti della terra, come castagne, funghi e tartufi. Tutto questo rimane nascosto agli occhi del visitatore che, pur volendo, non trova i mezzi per una piena conoscenza approfondita del territorio e delle sue proposte. Il nostro fine è proprio quello di promuovere la tradizione culturale e culinaria di questo territorio facendo in modo che tutte le informazioni siano raggiungibili dal visitatore con un semplice click. Per fare ciò si desidera sviluppare un portale web “Culture in Your Pocket” che contenga tutti i punti di interesse del territorio feretrano, divisi per categorie: cultura, enogastronomia, eventi, informazioni utili al turismo. Ad ogni punto di interesse saranno collegate: cartografie, descrizione dei luoghi o dei prodotti tipici, immagini, modelli tridimensionali, filmati documentari e riprese aeree. Il portale sarà liberamente accessibile con qualsiasi dispositivo abilitato a navigare su internet. Ogni luogo d’interesse potrà essere approfondito in tempo reale, grazie alla possibilità offerta dall’uso sistematico di “QR-Code” e della “Realtà Aumentata”.

Attraverso il portale la visita di questi tesori del territorio riminese, che sono spesso dimenticati dai tour organizzati, si renderà unica e coinvolgente.

Cercheremo, ove possibile, di adottare software e strumenti Open – Source; tutte le elaborazioni prodotte saranno rilasciate con licenza Creative Commons (CC BY-NC-SA).

Utilizzando le nuove tecnologie digitali desideriamo creare un sistema semplice ed efficace per mettere in contatto la domanda turistica con l'offerta culturale del territorio. Tutto a portata di un click...

Il territorio feretrano sarà il progetto pilota di “Culture in Your Pocket”; il nostro proposito sarà l’estensione di questo nuovo modo di viaggiare e visitare il territorio a tutti i luoghi culturali dell’Emilia Romagna.


 Il Museo "Liquido"

Siamo oggi abituati a fruire la cultura con la concezione del classico museo, un’idea che risale al 1800 e si declina spesso in un edificio anonimo, dove i reperti sono ammassati con uno scarso supporto didascalico. Il concetto di museo liquido, inteso come fluido e flessibile, è aperto nei contenuti e nell’approccio alla fruibilità del bene culturale. Grazie all’utilizzo di nuove tecnologie ed alla condivisione la cultura diviene una grande opportunità; uno strumento sociale essenziale per il territorio e per la sua valorizzazione.

Al centro del progetto c’è l’idea del “Museo liquido”, un concetto che vuole sottolineare l’importanza e la centralità di un’accessibilità globale, minuziosa e multisensoriale dei contenuti culturali di un territorio. Attraverso la stampa 3D di reperti, di opere d’arte ed edifici vorremo quindi allestire dei percorsi di visita tattili, adatti a far conoscere la cultura anche a persone con disfunzioni in modo innovativo, stimolante e coinvolgente.

Partendo dalla maturata esperienza nella scansione e modellazione 3D e unendo queste elaborazioni digitali con le recenti soluzioni tecnologiche - innovative, come la stampa 3D e la realtà aumentata, l’Associazione Minerva si pone l’ambizioso obiettivo di creare una rete di Musei (e di luoghi culturali) che vogliano puntare su una reale “accessibilità”.

Attraverso lo sviluppo di mirati strumenti, online e offline, vogliamo contribuire a dare un supporto tecnologico ed operativo a tutti quegli enti che desiderano offrire un accesso alle proprie collezioni che sia innovativo e coinvolgente.

All’interno del territorio di riferimento desideriamo infine creare un Museo Virtuale dove troveranno spazio le riproduzioni digitali e le stampe 3D dei preziosi reperti che, per questioni di spazio ed allestimento, sono escluse dai percorsi ufficiali dei musei presenti nei comuni della Valle. Tutti i contenuti saranno consultabili tramite il sistema web Culture in Your Pocket.


Perchè il Crowd-Funding?

Da molti anni attendiamo una rinascita, sociale e culturale, di questi comuni di "confine". Dopo il referendum che ha accorpato questa zona d’Italia alla provincia di Rimini i titoli dei giornali facevano sperare in un reale desiderio della politica di investire su questi territori, definiti “il Polmone della Provincia”. Così non fu e tutto è rimasto tale, immobile. Come se questi sette comuni della valle, ed il loro patrimonio culturale, non esistessero, o non suscitassero interesse negli uffici preposti alla tutela ed alla valorizzazione. I soli elementi culturali restaurati negli ultimi 20 anni fanno parte quasi esclusivamente dei Beni Ecclesiastici (Convento Oliva a Maciano, il monastero di Sant' Igne a San Leo, Madonna delle Grazie a Pennabilli e la lista continua...). Ci domandiamo "dove sia lo Stato?!?!"

Le risposte e le risorse messe in campo dalla politica, in ambito culturale, non sono a nostro avviso sufficienti a dar vita, in questi luoghi periferici, a un SISTEMA che sia VIRTUOSO per il territorio. Non bisogna investire nella cultura per i titoli sui giornali (come spesso accade), ma per innestare dei meccanismi che diano la possibilità a territori depressi e periferici di germogliare nuovamente.

Vista l'esperienza passata dall'Associazione Minerva con il progetto Montefeltro di Pietra abbiamo smesso di credere nelle forze politiche impegnate nella Valle ed alle loro promesse che non si concretizzano mai. Preferiamo di gran lunga un sistema di giudizio e di finanziamento che nascendo dal basso non potrà che valutare con obiettività l'idea proposta. Senza che ci siano interessi nascosti di altro genere. Cosa abituale per l'intrigo politico.

Questo è il motivo fondamentale per cui desideriamo adottare, tra le altre strategie, il Crowd-Funding per finanziare l'ambizioso progetto Culture in Your Pocket, il primo sistema che realmente desidera, liberalizzando la cultura, valorizzare il territorio e le sue aziende.

Stiamo creando la campagna di Crow Funding sulla piattaforma Eppela.com (Saremo a breve on-line)


 Tutte le nostre elaborazioni e i nostri lavori saranno rilasciati con licenza Creative Commons BY NC 

Scarica la versione integrale del progetto